Giornata Normanna

Salerno Capitale nel Medioevo

Progetto itinerante “I Normanni nell’Italia Meridionale”
(Idea progettuale della Prof.ssa Angela Paolantonio)

 

Grandi Eventi di Salerno è da anni promotore di un progetto che, nel corso delle varie attuazioni, ha conservato l’originario obiettivo di offrire un ausilio concreto al territorio locale Campano, sia sul piano della pura conoscenza che su quello della conservazione dei beni culturali ed ambientali: l’istituzione della «Giornata Normanna», occasione che rievochi personaggi storici fondamentali nella Campania, quali Roberto il Guiscardo, la principessa Sichelgaita, la medichessa Trotula De Ruggiero, il Vescovo Alfano I e Papa Gregorio VII.

Tale proposito è mosso dall’idea di recuperare e di riappropriarsi di una pagina fondamentale della storia salernitana. Di offrire, cioè, un contributo, del tutto originale nel suo genere, alla ricostruzione ed all’attualizzazione di percorsi, ad oggi, non ancora del tutto esplorati, che conducono alla riscoperta e alla rinnovata valorizzazione della memoria collettiva del Mezzogiorno.

Dopo la conquista di Salerno ad opera di Roberto il Guiscardo nel 1076, la città divenne la capitale dei suoi possedimenti in Italia. Anno in cui Alfano I Arcivescovo ritrova le spoglie del santo evangelista Matteo e pertanto ecco che si decide di erigere il maestoso Duomo che ancora oggi è protagonista del settembre salernitano (non solo per i devoti). L ’XI secolo vede Salerno al centro del mondo culturale, commerciale, letterario e scientifico, anni in cui ritroviamo la Scuola Medica Salernitana (unica nel mondo civile di quel tempo); un ambiente ricco, raffinato, civile. Salerno città aperta, già allora, a culture e identità diverse, addirittura cosmopolita grazie alla lungimiranza dei suoi principi normanni, Salerno che ha ruolo di prestigio nell’intero mezzogiorno d’Italia.

Allora perché non rappresentarli in una sfilata storica nelle strade normanne del centro storico e rievocare la famosa conquista della città?

Rappresentare la storia per non dimenticare le radici culturali e storiche locali.

Luogo di partenza della rappresentazione è l’antica spiaggia di S. Teresa, in cui avvenne la storica battaglia tra Normanni e Saraceni (uniti tra loro) contro il popolo Longobardo, a difesa della Città. Il percorso, che segna fedelmente quello storico, prosegue verso il Duomo di Salerno con una sfilata in costumi d’epoca del popolo normanno vittorioso con il vessillo della della città ricevuti e benedetti, nell’atrio della Chiesa, dal Vescovo Alfano I e del Papa Gregorio VII, fino ad epilogare in Piazza Abate Conforti dove la principessa Sichelgaita aspettava il suo principe (Roberto il Guiscardo) sul loggione della chiesa della Madonna Addolorata, con l’accompagnamento della banda musicale.

Attenzione, dunque, alla cultura del territorio, al patrimonio culturale salernitano e pertanto campano.

A corredo della manifestazione si offrirà l’opportunità di godere di un’ampia offerta di degustazioni di piatti che rispecchino la reale cultura gastronomica normanna, nonché la tipicità della dieta proveniente dalla prestigiosa Scuola Medica Salernitana, antesignana della tanto decantata Dieta mediterranea moderna.

Calato nella nostra realtà nazionale, la manifestazione si inserisce nel più ampio e ambizioso progetto denominato «I Normanni nell’Italia Meridionale», ideato per promuovere confronti e dibattiti sul tema, nei quali coinvolgere Istituzioni, Scuole, Enti Pubblici e Privati e quanti nutrono l’interesse ad approfondire aspetti storici e conseguenze culturali connessi al passaggio del Popolo Nordico sul nostro territorio.

L’obiettivo reale resta, in definitiva, soprattutto la stessa Città attraverso la “messa in scena” della sua storia, specie in una fase, qual è quella contingente, che vede Salerno porsi all’attenzione della vasta platea internazionale quale polo attrattore di turismo indipendentemente delle attrazioni turistiche consolidate (quali la costiera amalfitana, gli scavi di Paestum etc.).

Salerno propone al pubblico l’evento della Sua medesima Storia e ne svela la sua suggestione fatta di eventi epici e di poesia.

PROGETTO TEMPI
Domenica 26 Luglio 2009

 

LUOGHI: Spiaggia di Santa Teresa – S. Pietro a Corte – Via Duomo- Atrio Duomo- Piazza Abate Conforti;
PERSONAGGI:

Guerrieri normanni-saraceni contro guerrieri longobardi.

Roberto il Guiscardo e sua moglie la principessa Sichelgaita

I Dottori della Scuola Medica tra i quali spiccano Trotula De Ruggieri, Alfano I e Gregorio VII.

STRUTTURA: la trama della rappresentazione segue le indicazioni storiche più note.

  1. Assedio dei Normanni alla città sulla spiaggia di Santa Teresa (simulazione della battaglia);
  2. Guiscardo vincitore che attraversa le vie della città fino al Duomo dove riceve la benedizione di Alfano I e del Papa Gregorio VII;
  3. I dottori della scuola medica che vanno al seguito del Principe;
  4. Trionfo e vittoria con la principessa Sichelgaita che aspetta il suo principe sul loggione della chiesa della Madonna Addolorata presso Piazza Conforti con musica e festa.

Il coro, su musiche dell’opera “I Normanni a Salerno” inneggia il suo Re!

mappa_centro_storico_2c

L’evento è, dunque, un grande attrattore turistico per la Città, e resta fedele all’obiettivo di divulgare in maniera capillare il segno lasciato dai popoli del nord nella nostra storia, così come testimoniato dai resti di torri e castelli che ancora oggi troneggiano e rifulgono, non solo per la loro bellezza, ma soprattutto come epoca storica basilare, in cui noi, gente del sud troviamo le nostre comuni radici. E ciò nella convinzione che l’esperienza individuale di ciascuno di noi possa trarre forma e sostanziarsi nella vicenda collettiva.